m9-megalopoli-padana

Dettagli Progetto

L’installazione dedicata alla più grande area di urbanizzazione italiana, la Megalopoli padana comprende due elementi

  1. Una proiezione su grande schermo
  2. 9 tablet interattivi

La proiezione utilizza principalmente immagini satellitari.

L’espansione urbanistica del ’900 viene rappresentata in primo luogo con la ripresa notturna dallo spazio dell’Italia con le luci accese, visibili dallo spazio. Il time lapse tra diverse fasi rivela l’espansione della rete di illuminazione, corrispondente alle aree urbanizzate e stradali. Altre fasi della proiezione visualizzano l’evoluzione di aree emblematiche della urbanizzazione: strutture industriali, commerciali, insediamenti turistici. Immagini satellitari restituiscono alcuni effetti ambientali, ad esempio lo smog.

La metafora di navigazione fondamentale per la sottosezione dedicata all’urbanizzazione richiama la user experience cartografica dei millennials: Google Maps, con le sue componenti Street View e Google Earth. L’allestimento gestisce quindi diversi contenuti, combinati in diverso modo: la proiezione dall’alto, la navigazione virtuale nei tablet.

Sotto la proiezione sono disposti 9 tablet che permettono la navigazione individuale in ambienti significativi dell’urbanizzazione, sviluppati con panorami a 360° navigabili e interattivi mediante shooting in località prescelte. L’interazione individuale nei tour virtuali porta il visitatore in 9 luoghi emblematici dei vari modelli di sviluppo. Una volta entrati in un ambiente si procede con l’esplorazione a 360°, consultando contenuti multimediali tramite icone disposte nel panorama.