SANT’ANDREA, GUALA  BICCHIERI E IL SUO LASCITO

Carraro Lab ha realizzato una installazione immersiva per la mostra su Guala Bicchieri e la Magna Charta, aperta dal 9 marzo al 9 giugno 2019. Si tratta di una videoproiezione posizionata all’inizio del percorso espositivo, incentrato sulla  Magna Charta e su oggetti di forte significato simbolico, ma di piccole dimensioni.  L’obiettivo della stanza immersiva è ricreare i contesti in cui questi oggetti erano collocati, immergendo i visitatori in scenari del medioevo.  Si tratta quindi di una vera e propria immersione nell’immaginario medievale.

installazione immersiva guala bicchieri papa

installazione immersiva  Guala Bicchieri Vercelli

L’installazione immersiva dedicata alla mostra su Guala Bicchieri e la Magna Charta, curata dal professor Saverio Lomartire  e prodotta da Carraro Lab,  punta a presentare l’affascinante biografia  del cardinale vercellese, ricreando virtualmente  in una stanza i luoghi in cui aveva vissuto, e che ben rappresentano il crocevia di stili dell’abbazia di Sant’Andrea.  La mostra è stata allestita nello spazio espositivo  Arca, ex chiesa di San Marco a Vercelli, dal 23 marzo 2019 al 9 giugno 2019. La  videoinstallazione è posizionata all’inizio del percorso espositivo,  ed è costituita da tre pareti in cui sono proiettati gli scenari medievali , mentre sul pavimento sono visualizzate dinamicamente  mappe corrispondenti ai luoghi trattati nel racconto. L’obiettivo della stanza immersiva è ricreare il contesto storico in cui gli oggetti esposti in mostra erano collocati, immergendo i visitatori in emozionanti scenari del medioevo. E’ stata quindi effettuata una ricerca iconografica in Europa dei luoghi percorsi da Guala  tuttora riconoscibili nel loro aspetto tra il tra XII e XIII secolo.  Il visitatore si trova immerso in affascinanti  ambienti  medioevali, visti con gli occhi del legato papale, da Bologna a Roma, da Parigi all’Inghilterra. Ovviamente sono stati selezionati gli ambienti che ancora mantengono le caratteristiche architettoniche e paesistiche dell’epoca. La vita di Guala è raffigurata mediante un linguaggio videografico originale creato tracciando pittogrammi dalle figurazioni presenti sui reperti dell’epoca, dagli smalti limosini (presenti in mostra) all’oreficeria, alle decorazioni architettoniche, alle miniature… Con questa ricerca trasversale Carraro Lab ha dato vita ad una vera e propria pittografia medievale,  ottenuta grazie alla rielaborazione digitale del patrimonio visivo a cavallo tra il XII e il XIII secolo disponibile a livello mondiale. Il risultato è un linguaggio  unitario, che riassume le figurazioni dell’epoca di passaggio tra romanico e gotico;  centinaia di pittogrammi  dinamici rappresentano coerentemente le scene della vita di Guala Bicchieri. La parte finale del video è dedicata alla basilica di  Sant’Andrea, esito conclusivo della vita di Guala,  e protagonista dell’anniversario degli 800 anni dalla fondazione. Si può salire lungo la facciata e le pareti, come in una sorta di Ascensore virtuale, grazie a riprese in altissima risoluzione effettuate con la tecnologia GigaPan. Si compie così un viaggio immersivo  nei  dettagli architettonici della  prima basilica gotica in Italia, con zoom sugli elementi simbolici e figurativi, per evidenziare la sua natura di “punto di incontro stilistico d’Europa”, lascito storico artistico del  fondatore, Guala Biccheri, vero genius loci di Sant’Andrea.

 

UNA MACCHINA DEL TEMPO MEDIEVALE

La stanza  è costituita da tre pareti in cui vengono proiettati gli scenari (chiese, città, palazzi, castelli, paesaggi )  mentre sul pavimento sono collocate mappe dei luoghi percorsi da Guala. La videoinstallazione rappresenta l’affascinante percorso esistenziale e culturale del cardinale che ebbe un ruolo chiave nella storia medievale, ricreando virtualmente  in una sorta di “macchina del tempo multimediale”  i contesti storici europei in cui aveva vissuto.

UN LINGUAGGIO ICONOGRAFICO INNOVATIVO

E’ stata così effettuata una ricerca iconografica dei luoghi percorsi da Guala Bicchieri  tuttora esistenti  in Europa. Il visitatore si trova immerso negli ambienti  medioevali  visti con gli occhi del legato papale, da Vercelli a Roma, da Parigi all’Inghilterra. Ovviamente sono state  selezionate le location che ancora mantengono le caratteristiche architettoniche e paesistiche tra XII e XIII secolo.

La vita di Guala è istoriata sugli ambienti  mediante un linguaggio iconografico originale, creato ad hoc. Sono state ritracciate graficamente le figurazioni presenti sui reperti dell’epoca, dagli smalti limosini all’oreficeria, alle decorazioni architettoniche, alle miniature…

Questa ricerca trasversale sull’iconografia medievale è  un progetto innovativo, reso possibile dalla rielaborazione digitale del patrimonio visivo disponibile oggi in rete. Il risultato è un linguaggio  iconografico unitario, che riassume le figurazioni dell’epoca tra romanico e gotico, sufficiente ricco per sviluppare  la rappresentazione della vita di Guala Bicchieri.

LA BASILICA, A 800 ANNI DALLA FONDAZIONE

La parte finale del video è dedicata a Sant’Andrea, esito conclusivo della vita di Guala, e protagonista dell’anniversario degli 800 anni dalla fondazione. Si compie così un viaggio immersivo  nei  dettagli architettonici della  prima basilica gotica in Italia, suoi con zoom sui decorativi e figurativi, per esaltare la sua natura di “punto di incontro stilistico d’Europa”, lascito storico artistico del  fondatore, Guala Bicchieri, vero genius loci della basilica. Si può così salire lungo la facciata e le pareti, come in una sorta di Ascensore virtuale, grazie a riprese in altissima risoluzione effettuate con la tecnologia giga pan.

IL SITO WEB E LA SEGNALETICA AUMENTATA

Il progetto si integra con ulteriori componenti: un sito web SANTANDREAVERCELLI.COM con la visita immersiva alla basilica, e la segnaletica aumentata nella chiesa e in città.