Da sabato 12 agosto 2017 il Parco Nazionale dello Stelvio offre al pubblico l’esperienza della visita in realtà virtuale, grazie ad una serie di postazioni con visori Samsung GEAR VR e una APP realizzata da Carraro LAB.

Il progetto presenta diverse caratteristiche innovative: l’applicazione integra il video 360 con navigazioni interattive da vedute aeree del territorio, e all’interno di immagini sferiche con interfacce speciali e contenuti attivabili mediante interazione oculare.

Il menu dei biomi si presenta con la metafora dell’altimetria piramidale del territorio di montagna, salendo dalle foreste di conifere ai macereti, alla praterie alpine fino al livello del clima nivale e glaciale.

La botanica viene presentata alternando immagini a 360 gradi del giardino botanico alpino “Rezia” con video immersvi degli habitat delle specie vegetali corrispondenti.

Un aspetto sottolineato dall’ente Parco dello Stelvio è “l’apertura a tutti” dell’iniziativa virtuale, che intende rendere accessibile il parco anche a persone che per diversi motivi e limitazioni non possono visitarlo realmente.

I progetti di Realtà Virtuale di Carraro LAB dedicate ai parchi naturali comprendono anche l’applicazione sui Parchi Nazionali realizzata per Federparchi durante Expo 2015 e il sistema integrato per i centri visita del Parco Nazionale dell’Alta Murgia