Abastract dell’intervento di Gualtiero Carraro al

FOOD AND WINE TOURISM FORUM – Grinzane Cavour – 20 giugno 2019

Cos’è il web 3.0: AR-VR, AI, SPATIAL WEB…

Dopo il web 2.0, caratterizzato da mobile e social, nel web 3.0 emergono:

  1. Le tecnologie immersive (Augmented e Virtual Reality)
  2. l’intelligenza artificiale e il web semantico
  3. Le applicazioni geolocalizzate dello “spatial web”.

Il turismo è particolarmente investito da queste applicazioni.
E l’Italia? mostra alcuni segnali di vita… digitale

LE TECNOLOGIE IMMERSIVE: Le strategie della Global Internet Company

FACEBOOK

Mark Zuckerberg investe 2 miliardi di dollari in Oculus  nel 2014. Per spiegare cos’è la realtà virtuale, presenta l’Italia: con una frase testuale “wow, Italy is so beautiful”: una immagine, un video classico e infine un video a 360 gradi da elicottero sulle 5 terre.
Rilascia in seguito 5 soluzioni nella piattaforma: FB foto e video 360, AR Studio, 3D Post,3D Photo. Facebook VR.  E l’Italia? Nel 2019 Zuckerberg visita Luxottica. Sono in arrivo i prossimi occhiali aumentati made in Italy?

TRIPADVISOR

La piattaforma vende già centinaia di esperienze turistiche in realtà virtuale e aumentata. Qual’è il paese con il paese con l’offerta più ricca?  L’Italia. In particolare con applicazioni archeologiche.

tripadvisor e le offerte di esperienze turistiche virtuali

Tripadvisor e le offerte di esperienze turistiche virtuali

GOOGLE. la mappa virtuale del mondo

Google introduce Street View nel 2007. Nel 2011 parte Google Art Project. Il navigatore applica l’intelligenza artificiale. Nel 2015 presenta Cardboard e apre il canale Video360 su Youtube. Rilascia la piattaforma Daydream, Expeditions e Google AR CORE (2017) in Android.
E l’Italia? Tuttocittà ha introdotto la tecnologia Street View nel 2006, anticipando Google.

APPLE: VR e AR su iPad e iPhone

Apple lancia AR KIT (2017), la realtà aumentata nel sistema operativo IOS, con funzionalità crescenti. La settimana scorsa ha presentato 3D tracking ambientale, motion capture, riconoscimento visuale, chromakey in realtime.
E l’Italia? Steve Jobs presenta la prima APP immersiva per iPad  – “Roma Virtual History” sviluppata da Carraro LAB  – nel 2011.

AMAZON: ecommerce aumentato

Amazon lancia Sumerian, piattaforma per realtà virtuale, e come le altre GIC aderisce agli standard web VR e web AR. Nel 2019 introduce nella piattaforma le due soluzioni, 360 VIEW e AR VIEW.

I media immersivi e il marketing turistico

Realtà Virtuale e Aumentata trasformano interfacce e contenuti digitali.
La user experience da 2D diventa 3D, accrescendo il coinvolgimento percettivo, emotivo e di realismo.
Prima, durante, dopo il viaggio.
I player globali (Google, FB, Apple, Amazon, Microsoft) stanno rilasciando prodotti, soluzioni, standard che abilitano nuove possibilità con ritmi crescenti di innovazione.
La digital transformation  investe il marketing e l’advertising, creando format immersivi

SITI WEB E PORTALI IMMERSIVI

I siti  con tour virtuali in Street View sono già migliaia in Italia. Permettono di visitare Hotel e strutture ricettive.
Si diffonde il video 360, un formato immersivo supportato anche da Youtube e Facebook. AIRBNB ha presentato strutture in VR.
Il prossimo passo sono i siti e i portali in WEBVR, con video 360 e navigazione 3D.

siti web e portali immersivi 3 0

Siti web e portali immersivi 3 0

Next: WINE&FOOD MULTISENSORY EXPERIENCE

La degustazione multisensoriale è una applicazione del biomarketing al turismo enogastronomico.
Si tratta di utilizzare la realtà virtuale per aggiungere al gusto gli altri sensi, con accostamenti virtuali di immagini, suoni, ambientazioni.
CONTESTI APPLICATIVI :

  1. Fiere di settore
  2. Incontri B2B, eventi
  3. Retail, promozioni e degustazioni
  4. Etichette aumentate
Realtà virtuale e degustazione multisensoriale

Realtà virtuale e degustazione multisensoriale

Etichette aumentate e blockchain

Nel food and wine AR e Blockchain convergono nella certificazione del prodotto. Le etichette aumentate attivano contenuti multimediali. La blockchain permette un nuovo approccio alla tracciabilità, documentando tutti i passaggi compiuti lungo la filiera: dall’origine, alla distribuzione, alla vendita.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE NEL TURISMO

L’intelligenza artificiale non è il futuro: è già il presente.  Ogni giorno quando interagiamo con Google, un navigatore, un comando vocale, stiamo utilizzando l’intelligenza artificiale.

intelligenza artificiale: le applicazioni per il turismo

Intelligenza artificiale: le applicazioni per il turismo

Tra le applicazioni nel turismo stanno emergendo i Chat Bot – interfacce vocali e conversazionali – per gestire prenotazioni, vendere, fare customer care automatizzato. Utilizzati dalla grandi piattaforme, stanno ora  arrivando a portata delle PMI.

Grazie all’intelligenza artificiale, la traduzione automatica sta migliorando rapidamente. Per interagire con i nuovi flussi turistici internazionali, serve utilizzare molte lingue. La traduzione automatica viene utilizzata già da motori di ricerca, social media, piattaforme di booking… Ci permetterà di interagire con i Motori di Ricerca e i Social Media non occidentali. E di conversare in tempo reale con persone di altri continenti, al di fuori delle lingue più consolidate.

Le compagnie aeree, le piattaforme di booking e i marketplace utilizzano già l’Intelligenza Artificiale per adattare i prezzi dei voli e delle offerte turistiche alla domanda e alla disponibilità. L’adaptive o dynamic pricing potrà permettere anche ad altri operatori di ottimizzare i prezzi delle propria offerta, e adattarli in tempo reale al mercato.

Per approfondimenti e case history realizzate da Carraro LAB, vedi anche:

“Feeding the Planet”: il tour virtuale di expo 2015 sui temi agroalimentari

segnaletiche aumentate a Vercelli

il sito immersivo di 1000 miglia

Centro visite aumentato allo Stelvio con augmented vision