Produzione e format video 360°

Il video a 360 gradi, o video immersivo, è un media emergente che permette una esperienza esplorativa all’interno di filmati sferici.

La produzione dei video 360° comporta l’utilizzo di speciali tecnologie di riprese multidirezionali, in grado di acquisire immagini simultaneamente in modalità sferica, e richiede lo studio di appositi format di regia immersiva.

Il video immersivo è supportato e promosso dai Player globali del digitale: ad esempio, Google ha introdotto un visualizzatore di video sferici su Youtube e il visualizzatore Cardboard, Facebook ha investito 2 miliardi nella azienda Oculus Rift e realizzato un player per video 360, Samsung propone il visore Samsung GEAR VR con una camera a 360, e Sony presenta Playstation VR.

  • COPROB_geolocalizzazione

    CoproB in realtà virtuale

    Per la comunicazione istituzionale di CoproB è stata realizzata una serie di video 360 dedicati alla produzione dello zucchero.
  • palazzolo

    Palazzolo: sulla torre in realtà virtuale

    Il video 360 della torre del Popolo di Palazzolo sull’Oglio ha permesso ai cittadini, compresi quelli diversamente abili, di fruire a 360 gradi della più alta […]
  • prysmian nave

    Prysmian Immersive Experience

    Carraro LAB ha sviluppato 2 video 360 per Prysmian, dedicati alla presentazione dell’attività aziendale, e alla nave posacavi Giulio Verne. Inseriti in una APP per Cardboard, […]
  • blackrock virtual reality finance

    Blackrock Video 360°

    In occasione dell’evento 2017 a Milano di Blackrock, Carraro LAB ha realizzato un reportage in video 360 con una videografica immersiva di supporto alla presentazione degli […]
  • parco-alta-murgia

    Video 360 interattivo per il Parco dell’Alta Murgia

    Nel contesto del progetto dei centri visita del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Carraro LAB ha realizzato un format innovativo: il documentario video 360 interattivo. La forma […]
I format immersivi

CARRARO LAB ha sviluppato know how nelle riprese e nei format video 360.

Va precisato che le regole tradizionali del video, basata su sequenze di inquadrature predeterminate, vengono drasticamente trasgredite dai filmati immersivi: non c’è più l’inquadratura ma l’ambiente viene ripreso dominante da considerare è la soggettivà: L'utente si sente davvero lì in prima persona, coinvolto completamente, immerso. Vanno quindi privilegiati ambienti e scene che valorizzino una esperienza soggettiva coinvolgente.

Il tratto emotivo fondamentale dell'immersività è il coinvolgimento fisiologico, cinestetico, nella scena.

Ci sono addirittura aspetti medici nella fruizione del contenuto, legati ad un disturbo ricorrente nei visori di realtà virtuale: la cinetosi. Va gestita con cura la percezione cinestetica, sia per evitare la cinetosi, sia per creare esperienze più coinvolgenti.

Per ogni produzione video 360° occorre quindi una attenta pianificazione del format più idoneo.

Generi e settori applicativi

Non tutti i generi video e televisivi sono adatti ad un trattamento immersivo, e peraltro il nuovo linguaggio sta creando generi e applicazioni di nuova concezione.

Carraro Lab ha prodotto diversi format VIDEO IMMERSIVI, anche all’interno di applicazioni interattive nei settori dei viaggi, dei beni culturali, dell’archeologia, degli eventi e grandi opere.

  • Il Turismo è un settore molto adatto al video sferico, in quanto trae vantaggi dalla esplorazione di ambienti, e dalla riproposizione immersiva di esperienze di viaggio. Non molto diverso è il trattamento virtuale degli eventi e delle attività sportive, in particolare negli sport di corsa e guida.
  • Un genere in rapida evoluzione è quello del giornalismo immersivo, basato sul video ma anche su simulazioni 3D.
  • Anche i reportage di spettacoli possono essere realizzati efficacemente con video 360, così come documentari naturalistici, manuali in video, presentazione di progetti e grandi opere.
  • Il settore museale e culturale, ma anche quello educativo, prediligono applicazioni interattive.
  • Per Expo Milano 2015, il team di Carraro Lab ha prodotto il video reportage immersivo ufficiale.

La visita di Expo a 360 gradi

La visita di Expo a 360 gradi: un viaggio nei padiglioni dalle code infinite con un video a realtà immersiva.Il video, realizzato da Expo, è girato in modo che lo spettatore, guardandolo, possa decidere di spostare con il mouse il punto di vista. Se invece lo consultate su smartphone o tablet, si può inclinare e ruotare il vostro dispositivo mobile per guardarsi intorno.

Posted by Corriere Tv on Thursday, October 29, 2015
Video mappe immersive

Il video immersivo “Umbria Virtually Yours” è stato prodotto da CARRARO LAB per la Regione Umbria, e comprende una innovazione significativa nell'emergente linguaggio della realtà virtuale: la Video-cartografia Immersiva.

Mentre l'utente fruisce del video esplorando un ambiente dinamico a 360 gradi, la regia immersiva introduce messaggi che permettono di identificare i luoghi in cui ci si trova, i monumenti e gli attrattori che entrano nel campo visivo panoramico. I messaggi videografici fungono anche da segnaletica turistica, indicando ad esempio il percorso della via di Francesco, i nomi delle statue dei Francescani all'eremo delle carceri, i monumenti che si scorgono dalla veduta di Perugia o nella piazza di Gubbio.